Il test di Schirmer: indicazioni, metodo di implementazione, risultati

Il metodo di prova, che sarà discusso, è chiamato in onore dioftalmologo, che lo ha sviluppato, - Otto Schirmer. Questo campione determina il livello del liquido lacrimale, il grado di mantenimento dell'umidità della superficie della cornea.

Indicazioni e controindicazioni

Il test di Schirmer viene utilizzato se si sospetta di avere:

  • infiammazione della cornea della congiuntiva;
  • sindrome dell'occhio secco;
  • Sindrome di Sjogren (una lesione progressiva cronica del tessuto connettivo che colpisce le ghiandole che secernono la secrezione esterna - salivare e piangente);
  • disturbo della formazione lacrimale dovuto all'assunzione di farmaci.

test della chimera

La sindrome degli "occhi asciutti" può svilupparsi per diversi motivi:

  1. Disidratazione del corpo
  2. L'età avanzata del paziente.
  3. Congiuntivite o altra infezione oculare.
  4. Ipovitaminosi A (una carenza nel corpo di vitamina A).
  5. Gli occhi di Belmo.
  6. Complicazione postoperatoria o permanente dopo correzione laser della vista.
  7. La cosiddetta sindrome secondaria, che si manifesta nell'artrite reumatoide, nella leucemia e nel linfoma.

Il test di Schirmer è controindicato quando:

  • perforazione (cambiamento di forma) del bulbo oculare;
  • fistola;
  • l'ulcera in via di sviluppo dello strato corneale;
  • erosione su scala dello strato corneo.

Metodi di prova

Le strisce reattive per il test di Schirmer sono specialiCarta filtrata di dimensioni standard: 5 mm di larghezza e 35 mm di lunghezza. Lasciando 5 mm dal bordo designato della striscia, l'oftalmologo lo piega con un angolo di 45 gradi e abbassa il coperchio inferiore del paziente, concentrandosi sull'area tra la parte esterna e quella centrale. È importante nella procedura non toccare la cornea.

test di shirmera

Secondo alcuni metodi, il paziente durante la procedura dovrebbe chiudere gli occhi, dall'altra - guardare avanti e leggermente verso l'alto. L'illuminazione dell'ufficio dovrebbe essere confortevole, non fioca e non molto luminosa.

Il test di Schirmer dura circa cinque minuti. Durante questo periodo, le strisce di carta assorbono il film lacrimale pre-corneale e l'umidità dal lago lacrimale.

Tipi di tecniche di prova

Il test di Schirmer si svolge in due modi:

  1. Utilizzando l'anestesia locale. La sostanza anestetica elimina l'aggiunta al fluido basale del rilascio riflesso delle lacrime per irritare la carta. Dopo l'instillazione dell'anestetico, il corpo inferiore della congiuntiva viene asciugato, in modo che le gocce extra del farmaco non vengano mescolate con il liquido lacrimale, aumentando così il suo volume.
  2. Senza l'uso di un agente anestetico. Tale test di un certo numero di oftalmologi è considerato più accurato, poiché elimina completamente la confusione di lacrime e il farmaco iniettato, mostra solo il risultato "pulito". Questo tipo di test è caratteristico nella diagnosi di un sintomo dell'occhio secco.

test di norma

Anche il test di Schirmer è diviso in I e II. Il primo viene eseguito utilizzando strisce reattive secondo il nostro metodo. Il secondo tipo aiuta a indagare la quantità di secrezioni lacrimali di riflesso (reazione a irritante). Viene eseguita in modo simile, ma allo stesso tempo, un oftalmologo stimola la secrezione della secrezione lacrimale irritando i passaggi nasali del soggetto con un batuffolo di cotone.

Test di Schirmer: norma e deviazioni

Nei casi gravi di sindrome dell'occhio seccogli indicatori sulla striscia reattiva possono essere a livello zero. La norma per il giovane contingente di pazienti sono indicatori che superano i 15 mm. Se le cifre sono inferiori, il paziente soffre di uno dei tipi di sindrome dell'occhio secco:

  • 14-9 mm - una leggera variazione dell'inibizione della secrezione di secrezione lacrimale;
  • 8-4 mm - il grado medio di sviluppo della sindrome;
  • meno di 4 mm - forme gravi di secchezza corneale.

Prestazioni ottimali: 10-30 mm. Se il paziente ha più di 60 anni, la striscia reattiva sotto i 10 mm sarà considerata la norma per lui, ma non dovrebbe nemmeno sforzarsi di azzerare nessuno dei due.

La velocità del campione II, che determina la quantità di rilascio lacrimale riflesso, non è inferiore a 15 mm. Significativo per entrambi i tipi di campioni sono considerate discrepanze nei risultati dei test per un paio di occhi di oltre il 27%.

strisce reattive per campioni di shirmera

Diagnosi successiva dopo il test di Schirmer:

  • ispezione sulla lampada a fessura;
  • colore rosa del Bengala o fluorescente;
  • ricerca sulla ricerca del film lacrimale tempo mancante.

Test di Schirmer: semplice, veloce, efficaceil metodo di diagnosi iniziale della sindrome dell'occhio secco e manifestazioni simili, malattie che colpiscono la secrezione della secrezione lacrimale. Il test aiuta l'oftalmologo a determinare rapidamente il livello del liquido lacrimale secreto (basale, riflesso) e i relativi indicatori totali nel paziente esaminato.