Un mezzo restitutivo del 21 ° secolo è "Notta". Istruzioni per l'uso

La resistenza allo stress è uno dei requisiti principalial lavoratore nel nostro tempo. Ma per quanto tempo puoi vivere in uno stato di ansia e cure? Tutti sono esposti allo stress: dalla casalinga, che sta vivendo la sua casa e i problemi quotidiani, al direttore dell'azienda che sta per firmare un contatto importante. Per proteggersi dalle situazioni stressanti nessuno è in grado, indipendentemente da quanto stolida e calma possa essere la persona.

Uno dei farmaci che sono popolariper alleviare lo stress e la fatica, è "Notta". Il vantaggio di questo farmaco è che si tratta di un rimedio omeopatico e non ci sono ancora effetti collaterali.

Il farmaco "Notta": caratteristiche generali

I componenti principali dei nottati sono il fosforo, la camomilla, il valerianato di zinco, l'avena seminata e la pianta del caffè. Il farmaco viene prodotto sia sotto forma di gocce (100 ml), sia sotto forma di compresse.

Il farmaco è destinato a coloro che sono interessatiinsonnia e stanchezza elevata, palpitazioni aumentate a causa di ansia, stress mentale, improvvisi sbalzi d'umore. Sovraccarico emotivo quando si applica il farmaco "Notta" non si riflette tanto sul corpo. Può essere somministrato ai bambini (a partire da 3 anni) con elevata eccitabilità o affaticamento, disturbo dell'attenzione, irrequietezza.

Determinano i singoli componenti del farmacoeffetto generale di compresse e gocce "Notta". L'istruzione per l'uso indica che è quindi impossibile analizzare la sua interazione con altri farmaci. È anche impossibile determinare con precisione i prodotti del suo metabolismo. Dopo tutto, l'effetto dei componenti può essere tracciato solo separatamente con l'aiuto di marcatori o altre analisi, piuttosto che il loro effetto complesso sul corpo.

Il farmaco "Notta": il dosaggio corretto

Di solito un adulto viene prescritto 10 gocce o 1compressa del farmaco "Notta". Istruzioni per l'uso suggeriscono di prenderlo 3 volte in 24 ore. I bambini da 3 a 12 anni assumono metà di questa dose. In totale, il corso può durare fino a 4 mesi, ma se la causa delle condizioni del paziente è psicotraumatica, il farmaco viene assunto fino a 4 settimane.

Nei primi giorni o per una rimozione più velocei sintomi possono aumentare la dose giornaliera totale fino a 8 volte al giorno. Immediatamente dopo che lo stato inizia a migliorare, nottu è preso come standard - 3 volte al giorno.

Le gocce possono essere consumate pure odiluito con acqua e la compressa è posta sotto la lingua. Per una migliore assimilazione dei componenti, 30 minuti prima di un pasto o 1 ora dopo, viene preso il farmaco "Notta". Le istruzioni per l'uso indicano che il risultato di un sovradosaggio non è ancora noto: non è stato registrato alcun caso.

Come prendere "Notta" durante la gravidanza e se darlo ai bambini piccoli

È possibile utilizzare nott per le donne incinte o durante l'allattamento al seno, decide il medico.

Per non dare pillole o gocceI bambini di età inferiore a un anno devono avere la raccomandazione di un medico. La decisione su questo è presa rigorosamente su base individuale e dipende dal corpo del bambino, dalle sue condizioni generali e dalle malattie patite. A un'età così giovane, non è noto come possa influire la somministrazione del farmaco "Nott" ai bambini. Recensioni e informazioni sufficienti su tale uso non sono disponibili.

Condizioni di conservazione

I metodi di conservazione e la durata di conservazione variano dagocce e compresse "Nott". Le istruzioni per l'uso garantiscono la qualità della soluzione fino a 5 anni, se la si conserva in un luogo dove la temperatura non supera i 25 ° C, la luce diretta del sole non cade e non influenza i campi elettromagnetici. Le compresse sono adatte per l'uso non più di 3 anni e devono essere conservate in condizioni simili. Non usare Notta dopo che la data di scadenza è scaduta.

I componenti delle gocce "Nott" sono vegetali, pertanto durante la conservazione a lungo termine la soluzione può diventare leggermente torbida o indebolire l'odore, che in linea di principio non influisce sulle sue proprietà farmacologiche.