Sintomi, diagnosi e trattamento della disfagia esofagea

Il fenomeno in cui vive una personail disagio durante l'atto di deglutizione o non può ingoiare nulla (cibo, acqua, saliva) si chiama disfagia. Una singola manifestazione di tale condizione può allertare una persona e anche se un tale fenomeno è stato osservato ripetutamente, è necessario consultare un medico e curare la disfagia.

Non confondere la vera disfagia epsevdodisfagiyu. Con quest'ultimo, si sente un "nodulo" nell'esofago o dietro lo sterno e il processo di deglutizione rimane normale. Il fenomeno della disfagia accompagna spesso disturbi mentali reversibili, accompagnati da reazioni emotive violente (risate forti, lacrime, urla), coscienza offuscata, convulsioni, nonché malattie della tiroide e del cuore.

trattamento della disfagia

Sintomi di disfagia esofagea

Considereremo il trattamento in dettaglio di seguito. Nel frattempo, descriviamo i sintomi di questa malattia.

Violazione della progressione di un grumo di cibo dalla boccacavità nell'esofago o, come abbiamo già chiamato questo fenomeno, la vera disfagia si verifica a seguito di un danno ai centri nervosi che controllano il processo di deglutizione, che porta a uno squilibrio di questo complesso processo. Di conseguenza, quando si cerca di ingoiare un nodulo di cibo, il suo contenuto penetra nel tratto respiratorio (rinofaringe, laringe, trachea) e non nell'esofago. Ciò provoca spasmo delle vie aeree, soffocamento e una forte tosse riflessa.

Disturbi del sistema nervoso, come un aumentoirritabilità o nevrosi possono causare disfagia funzionale. I suoi sintomi compaiono sporadicamente, i pazienti li associano all'assunzione di un certo tipo di cibo (ad esempio solido, piccante, liquido e così via). Il cibo non entra nel tratto respiratorio, ma il processo di deglutizione è difficile e i progressi lungo l'esofago sono associati a sensazioni dolorose e spiacevoli. Il trattamento per la disfagia dovrebbe essere completo.

Cause di disfagia

Il processo di deglutizione può essere suddiviso in 3 fasi:

  • orale (volontario), quando una persona controlla il sorso da sola;
  • faringeo (rapido involontario), quando si verifica una deglutizione rapida non controllata da una persona;
  • esofago (lento involontario) con avanzamento lento incontrollato del cibo attraverso l'esofago.

In caso di disfagia nervosa, il trattamento è mirato acorrezione della psiche umana. L'atto di deglutire il cibo con disfagia esofagea non è violato, ma spostarsi lungo provoca dolore nella parte superiore dell'addome, bruciore di stomaco, eruttazione. Il rigurgito si osserva anche quando il contenuto dello stomaco viene gettato nella faringe e nella cavità orale, causando un sapore sgradevole in bocca. Un aumento del rigurgito può verificarsi con una posizione corporea inclinata, anche durante il sonno, se la cena è stata meno di due ore prima di una notte di riposo.

La disfagia può essere accompagnata da tali sintomi,come raucedine, alta salivazione e soffocamento. Molto spesso, il cibo solido provoca disfagia esofagea. I pazienti notano che quando si beve acqua o si assumono cibi grassi o liquidi, diventa più facile deglutire. Sebbene ci siano momenti in cui i cibi liquidi hanno causato disfagia, i sintomi e il trattamento sono di fondamentale importanza.

Forme della malattia

A seconda della posizione del processo, si distinguono le seguenti forme di disfagia:

  • orofaringeo (è difficile far avanzare il cibo nell'esofago, viene disturbata una fase arbitraria della deglutizione);
  • faringeo-esofageo (l'ingresso di cibo nell'esofago è complicato, la rapida fase di deglutizione involontaria viene interrotta);
  • esofageo (il passaggio del cibo attraverso l'esofago è complicato, la fase di deglutizione involontaria lenta è disturbata).

trattamento della disfagia esofagea

La disfagia è anche divisa in:

  • organico (la causa del suo verificarsi è la patologia del tratto gastrointestinale superiore);
  • funzionale. Si osserva in caso di un disturbo del sistema nervoso centrale, a condizione che non vi siano barriere meccaniche al passaggio del cibo.

Il trattamento della disfagia funzionale viene effettuato da uno psicoterapeuta o neuropatologo insieme a un gastroenterologo.

Cause della condizione patologica

Spesso lo sviluppo della disfagia è un sintomo di malattie dell'esofago. Tra questi ci sono:

  • L'esofagite è un'infiammazione della mucosa dell'esofago.
  • Malattia da reflusso gastroesofageo (GERD). Con questa malattia, il contenuto dello stomaco fuoriesce nell'esofago, irritando le sue pareti.
  • Sporgenza delle pareti dell'esofago (diverticolo).
  • Dopo restringimento cicatriziale dell'esofagoguarigione di ustioni chimiche causate dall'ingestione di acido o alcali. Dopo un tale impatto, il tessuto elastico dell'esofago viene sostituito dal connettivo, scarsamente allungato e non favorisce il movimento del cibo attraverso l'esofago.
  • Tumori maligni dell'esofago e dello stomaco. Di norma, si tratta di tumori a rapida crescita che crescono negli organi vicini.
  • Acalasia del cardia. Il passaggio del nodulo di cibo dall'esofago allo stomaco è compromesso, la ragione sta nella malattia neuromuscolare cronica dell'esofago.

farmaci per il trattamento della disfagia

Inoltre, la disfagia può svilupparsi sullo sfondo di:

  • violazioni del deflusso di sangue venoso dal fegato(ipertensione portale), espansione delle vene dell'esofago e insufficienza epatica (il fegato cessa di svolgere le sue funzioni a causa del processo acuto o cronico di distruzione delle sue cellule);
  • lesioni esofagee (danni dall'interno dell'esofago, ad esempio, se viene ingerito un oggetto appuntito, un coltello o una ferita da proiettile al petto, ecc.);
  • restringimento esterno dell'esofago, che può esserecausato da aneurisma aortico (ingrossamento aortico), ingrossamento del cuore, tumore del mediastino - il torace, sinistro e destro delimitato dai polmoni, davanti allo sterno e dietro la colonna vertebrale. Contiene l'esofago, la trachea, il cuore e la ghiandola del timo (un organo del sistema immunitario).

È spesso necessario il trattamento della disfagia dopo un ictus.

La disfagia può anche causare lesioni patologiche dell'orofaringe:

  • gonfiore;
  • Edema di Quincke (grave reazione allergica con sviluppo di estesi gonfiori della laringe e della faringe);
  • tonsillite (infiammazione delle tonsille);
  • corpi estranei (ossa, pezzi di cibo, ecc.);
  • paralisi muscolare faringea. Si verifica, di regola, dopo un incidente cerebrovascolare (ictus), che si sviluppa sullo sfondo dell'aterosclerosi (intasamento dei vasi cerebrali con placche aterosclerotiche). Può essere una conseguenza di un tumore al cervello, nonché un trauma alla colonna cervicale. Tutto ciò provoca disfagia esofagea. Il trattamento e il suo successo dipendono da un'adeguata diagnosi.

rimedi popolari per il trattamento della disfagia

Metodi diagnostici

La diagnosi della malattia comprende le seguenti attività:

  • Raccolta di reclami e anamnesi con quanto segueinformazioni: i tempi di insorgenza dei sintomi, se la deglutizione è disturbata in ogni momento, se è dolorosa durante la deglutizione, se c'è un disagio dietro lo sterno durante il pasto, ciò che il paziente associa alla loro insorgenza, se è difficile deglutire solo cibo solido, e ora liquido o qualcosa del genere qualcos'altro.
  • Analisi della storia della vita: quali malattie ha sofferto il paziente, se ci sono state operazioni, ustioni dell'esofago, infiammazione dello stomaco (gastrite), malattie gastrointestinali.
  • Un'analisi della storia ereditaria (c'erano eventuali malattie del tratto gastrointestinale, in particolare malattie dell'esofago, che sono state osservate nei parenti prossimi).
  • Esame del paziente, esame approfondito della cavità orale, palpazione (palpazione) dei linfonodi del collo per identificare la sindrome da disfagia. La diagnosi e il trattamento di questa malattia dovrebbero essere tempestivi.
  • Analisi del sangue generali e biochimiche - perdeterminare il livello di emoglobina (una proteina che trasporta ossigeno), globuli rossi, globuli bianchi (il loro aumento indica la presenza di un processo infiammatorio), oltre a monitorare il lavoro di reni, pancreas e fegato.
  • Coprogramma: analisi microscopica delle feci (lo studio rivela frammenti di cibo non digeriti, fibre alimentari grossolane, grassi).
  • Laringoscopia: con l'aiuto di un endoscopio, viene eseguito un esame visivo della parte posteriore della gola.
  • Esofagogastroduodenoscopia (EGDS) - esame con l'aiuto di un apparato gastroscopio del duodeno, dello stomaco e dell'esofago, con questo studio, un pezzo della mucosa può essere prelevato per la biopsia.
  • Esame ecografico (ultrasuono). Ti permette di valutare le condizioni degli organi addominali (intestino, cistifellea, reni, vie biliari, stomaco, pancreas) e scoprire le possibili cause della disfagia.
  • Esame a raggi X dell'esofago. Inoltre, consente di identificare alcune malattie o condizioni che potrebbero causare difficoltà a deglutire.
  • L'irrigoscopia è un esame a raggi X dell'esofago con l'introduzione di un mezzo di contrasto, che si manifesta chiaramente nella figura. Ti consente di rilevare il restringimento o l'ostruzione delle sostanze nell'esofago.
  • Risonanza magnetica (risonanza magnetica) del cervello el'elettroencefalografia cerebrale viene eseguita al fine di rilevare la patologia del sistema nervoso, se durante l'esame di un paziente con disfagia non viene rilevata alcuna ostruzione meccanica che interferisca con il movimento del nodulo alimentare attraverso l'esofago e l'orofaringe.

disfagia trattamento alternativo

Un paziente con problemi di deglutizione è tenuto a consultare un medico: un otorinolaringoiatra, un neurologo, un gastroenterologo.

Trattamento farmacologico della disfagia

Terapia farmacologica (usando medicinalidroghe) è prendere medicine. Molto spesso, gli inibitori sono prescritti per ridurre l'acidità del contenuto dello stomaco, se questa è la causa della disfagia. Inoltre, sarà necessaria la terapia antibatterica dei processi infiammatori della faringe e dell'esofago, che ha portato a una deglutizione ridotta. I farmaci per il trattamento della disfagia devono essere prescritti da un medico.

Trattamento chirurgico

È richiesta la rimozione operativaconseguenze delle ustioni dell'esofago, che hanno causato il suo restringimento, infiammazione, tumori. Non ci sono altri modi per rimuovere questi ostacoli che interferiscono con il processo di deglutizione.

sintomi e trattamento della disfagia

Se le condizioni del paziente durante il periodo di recuperodopo un ictus non consente al trattamento chirurgico di eliminare la causa della disfagia (ad esempio, con un gonfiore dell'esofago), quindi vengono prese misure temporanee per facilitare il benessere del paziente.

Il trattamento con rimedi popolari è possibile con disfagia? A riguardo.

Metodi tradizionali di trattamento

La medicina di erbe aiuterà a far fronte ai sintomi spiacevoli nella disfagia. Prima di mangiare, dovresti bere un decotto di erbe, che ha un effetto calmante:

  • Coni di luppolo - 25 g.
  • Foglie di menta piperita - 25 g.
  • Foglie di rosmarino - 20 g.
  • Radice di valeriana - 30 g.
  • Erba di iperico - 20 g.
  • Foglie di melissa - 25 g.

La raccolta deve essere accuratamente miscelata, misurino 1cucchiaio e versare 1 tazza di acqua bollente, insistere per due ore. Quindi è necessario l'infusione per filtrare. Prendi un quarto di tazza tre volte al giorno mezz'ora prima dei pasti.

trattamento della disfagia funzionale

La proprietà antispasmodica ha la tintura di belladonna (belladonna). È necessario assumere 5 gocce tre volte al giorno 5 minuti prima dei pasti.

Esiste un altro rimedio curativo con proprietà simili:

  • La radice e il rizoma della croce a foglia larga, 15 g.
  • Erba di efedra, 20 g.
  • Erba di Motherwort, 20 g.

La raccolta frantumata viene versata con un litro di acqua freddaper quattro ore, dopo di che bollono sul fuoco per due minuti, raffreddano, filtrano. Due cucchiai della composizione risultante devono essere assunti dieci minuti prima di un pasto.

Con la disfagia, il trattamento alternativo non sempre aiuta, quindi è necessaria una consulenza specialistica.

Cosa include la dieta?

Il trattamento della disfagia è complesso, pertanto, per alleviare le condizioni fisiche, è necessario seguire alcune regole nutrizionali.

  • Assunzione di cibo frazionata in piccole porzioni.
  • Tagliare o masticare accuratamente il cibo.
  • L'aumento dell'assunzione di liquidi.
  • Rifiuto di piatti che irritano la mucosa dell'esofago (speziato, salato, piccante, troppo freddo o caldo), cibo secco, caffè e tè forti, bevande frizzanti e alcool.

Potrebbe essere necessario eseguire un bougie, un'espansione multipla del lume dell'esofago con un bougie, un dilatatore speciale. Questo è il trattamento per la disfagia.

Conseguenze e complicazioni

  • Insufficienza respiratoria persistente, a volte fino a quando non si arresta completamente, causata da un tumore dell'esofago, comprimendo la trachea (un organo che conduce aria nei polmoni).
  • Infiammazione dell'esofago (esofagite).
  • Tumori maligni (in rapida crescita e diffusione in tutto il corpo) dell'esofago o della parte iniziale dello stomaco.
  • Polmonite da aspirazione, quando il contenuto dell'orofaringe viene lanciato attraverso il naso nei polmoni e nella trachea per violazioni della funzione di deglutizione e il risultato è lo sviluppo di polmonite, polmonite.
  • Ascessi polmonari (ascessi circondati da una capsula protettiva) che si verificano quando il contenuto dello stomaco viene gettato nelle vie respiratorie e contribuisce allo sviluppo dell'infiammazione.
  • La pneumosclerosi, che è una violazione della struttura del tessuto polmonare a causa di danni al contenuto dello stomaco (è acida), che è arrivata dopo il lancio a causa della ridotta deglutizione.
  • Riduzione del peso corporeo a causa della piccola quantità di nutrienti in arrivo.
  • Perdita di acqua malata o disidratazione da parte del corpo.

Abbiamo esaminato una malattia come la disfagia. Diagnosi, sintomi, trattamento sono descritti in dettaglio in questo articolo.